Ciò che conta sono le STORIE e la dose di cuore che ci metti. Torniamo dal MammacheBlog di Milano con un mantra e una convinzione sempre più forte: questa nostra STORIA, fatta di pance, ironia e sogni in gravidanza, non smetterà mai di accompagnarci ovunque andremo. La prossima tappa di Zazi? Sabato 19 maggio saremo a Foggia,  ospiti di Rio Bo libreria per ragazzi  in occasione dell’evento “Letture al pancione”.

Pit (reading) stop: Rio Bo libreria

 

Le STORIE bisogna raccontarle fin dalla tenerissima età, ancora prima della nascita, quando di visibile c’è SOLO una pancia che cresce. Per dirla con voci diverse, Stefano e Francesca, che sono i due volti della libreria Rio Bo, hanno scelto di chiamare in campo una serie di persone: Milena Tancredi, Responsabile della Biblioteca dei Ragazzi della Provinciale di Foggia; Rossella Caso, Ricercatrice in Pedagogia del Dipartimento degli Studi Umanistici dell’ Università degli Studi di Foggia; Viviana Lobuono, ostetrica e promotrice delle “Lettura in pancia”; e infine noi Zazi, quelle delle insolite camicie da notte premaman.

Con la convocazione in campo da parte del mister Rio Bo, alias il libraio Stefano, giocheremo tutti a favore della lettura raccomandando la somministrazione abbondante di libri che non ha controindicazioni di alcun tipo. Anzi, in gravidanza meglio “abundare”.

gravidanza
Gravidanza, l’importanza della lettura sin dalla tenerissima età… fin nel pancione!

Per chi si trovasse a Foggia o nei dintorni e avesse voglia di prendere parte all’evento “Letture al pancione” saremo felici di essere lì anche noi per dire che sì, LEGGERE è importante, che per affrontare la gravidanza servono sorrisi e una buona dose di ironia, anche un po’ di romanticismo non guasta! Tutti elementi che le mamme possono ritrovare nei libri per bambini e nelle Zazi camicie, quelle con le scritte ispiratrici di “calma e sangue freddo” e quelle della nuova collezione Zazi Romantic, ispirate al Sud, alle biciclette in corsa su strade sterrate e al bucato steso al sole.

Appuntamento a Foggia, sabato 19 maggio ore 17,30.
Dopo il SAVE THE DATE vi raccontiamo la STORIA di Rio Bo, libreria per ragazzi nata a Foggia per amore di un libraio, divoratore di libri, e di un’architetta tuttofare, diventata, tra le altre cose, un’operatrice “Nati per leggere”. L’architetta è anche la “mia amica e coinquilina di Roma con gli occhi da orientale”,  quella con cui bere tisane di notte e coltivare sogni al profumo di cavolo, di giorno.

STORIA di librerie indipendenti a SUD

 

 

libreria per ragazzi Foggia
Rio Bo prima libreria per ragazzi indipendente a Foggia.

 

“Vivo parlando di favole”.

Quando un libraio definisce così il suo lavoro, la sua STORIA diventa immediatamente avvincente e convincente.
Stefano si nutre di libri, li sceglie tra vari titoli, li legge per primo.
Da Roma a Foggia, il ritorno a SUD di Stefano e Francesca è stato brave, coraggioso, e anche breve, perché Foggia aveva bisogno di una libreria per ragazzi, che diventasse un punto di riferimento e proponesse attività laboratoriali in grado di viaggiare tra parole e materie come l’astronomia e l’archeologia, che “non sono solo roba per adulti”. In più con Rio Bo è arrivata a Foggia la prima libreria indipendente per ragazzi, non sottoposta a logiche commerciali ma al solo arbitraggio del suo libraio.

La scelta del nome Rio Bo è un’altra bella STORIA.
Dall’omonima poesia di Aldo Palazzeschi, “Rio Bo” era stampata sulla tovaglietta della pappa, un ricordo estremamente familiare per Stefano. La sua mamma gliela ripeteva ogni volta e lui l’ha imparata a memoria.

Stefano, nato divoratore di libri e poesie e cresciuto libraio, è la conferma che educare alla lettura e alla cultura da piccoli è la scelta migliore che le mamme presenti e future possano fare.

P.S. L’immagine che riporta la bellissima poesia di Aldo Palazzeschi è tratta dal sito www.filastrocche.it.

letture al pancione
Rio Bo, poesia di Aldo Palazzeschi
Photo Credits Filastrocche.it