Prima che arrivasse l’età matura*, che Zazi nascesse e che, ancor prima, diventassi “la zia Barbara”, la mia idea di gravidanza era simpaticamente condizionata da Friends.

Ridere: il mio appuntamento fisso

 

Friends è sempre stata una garanzia: avrei riso dall’inizio della puntata fino ai titoli di coda.
Erano i tempi del liceo. Ogni giorno alla stessa ora, mi avventavo sulla porta della mia stanza forzando la maniglia con la delicatezza di un gorilla, correvo per occupare il divano e prenotare il ‘televisore grande’. Nella battaglia volta alla conquista della poltronissima ero avvantaggiata dalla poca distanza tra la mia camera e il televisore e dall’accordo tacito con le mie sorelle. Mi presentavo all’appuntamento con grande concentrazione sentendomi un po’ come la nonna quando alla sera recitava le sue preghiere, cantavo “I’ll be there for you” con la stessa intensità di un italiano che intona l’inno nazionale durante i Mondiali di calcio.

Simpatici sketch per donne in attesa

 

Ridere in gravidanza fa bene, lo dichiara anche uno studio dell’Università di Nagasaki: la visione di video e film divertenti fanno ridere le mamme e i bambini nella pancia.
E pensando ad una sana e quotidiana sessione di risate per donne in attesa presenti e future è nata questa selezione di simpatici video, a cura di Zazi, con la partecipazione speciale di Ross e Rachel di Friends.

Ora vi lasciamo in compagnia di tre video comico-terapici incentrati sui primi mesi di gravidanza, sono piccoli spezzoni di alcune puntate ‘cult’ di Friends.

L’annuncio

 

Qualcuno ammutolisce sempre. Il bello è proprio la sorpresa che investe tutti: il compagno (in primis), i futuri nonni, gli amici. Le reazioni a catena del ‘Sono incinta’ possono essere diverse: bocche spalancate senza proferir parola, un boato, la crisi di un amico che ha pensato (quasi immediatamente) alla tragica fine della saga dei lunedì a base di spritz e campari.

Intanto, questa resta la mia scena preferita di ammutolimento.

L’ecografia

 

Qui vi racconto una storia: in qualità di sorella maggiore freelance (quindi, più libera) ho ricevuto la speciale investitura di accompagnatrice ufficiale e professionista (non pensate male!) e così mi sono trovata spesso ad affiancare mia sorella nelle visite di controllo, quando il compagno non poteva essere presente per impegni di lavoro.  Ricordo ancora quell’ecografia: osservavo lo schermo per vedere quel frugoletto di mio nipote. IO NON LO VEDEVO. Ovviamente non se n’è accorto nessuno, annuivo al dito puntato del ginecologo e sono stata credibilissima (applausi, grazie!). Però il battito del cuore, quello sì che l’ho sentito!

Il nome

 

La diatriba sul nome credo sia un classico. Se ce la fate a decidere il nome senza intoppi, vi meritate una testimonianza sul nostro blog! Per chi abbia bisogno di consigli, potete contare su noi Zazi: io e Luciana possiamo scovare nomi inusuali o inventarne di nuovi, si assicura un altissimo contenuto creativo (siamo due copy, mica si scherza!).

 

Oltre ad augurare buone risate a tutte, rivolgo un appello ai medici ginecologi e alle ostetriche dei corsi preparto: consigliate alle gestanti almeno 15 minuti di risate al giorno 🙂
Nella foto sotto e in copertina due documenti fotografici che testimoniano il potere delle risate : il messaggio di mamma Marta all’arrivo del fagotto Zazi e mamma Gerardina, nella foto in copertina, che ha posato per noi calandosi nei panni di Zazi Reload (scoprite il suo blog: gerardinathigh.wordpress.com).

packaging Zazi
Il messaggio pieno di entusiasmo di mamma Marta all’arrivo del fagotto Zazi