Parole e cuori per segnalare le “milestones” di una gravidanza, proprio come un viaggio: è il mommy measure, un’idea che viene dall’America. Dal primo calcetto al singhiozzo, non esiste momento più intenso per una donna. E Kevin ha avuto la fantastica intuizione di concepire un diario alternativo, ossia un metro per misurare l’avanzamento delle settimane,  una pennina per scrivere e gli sticker a forma di cuore per marcare centimetri, giorni ed emozioni. Con il mommy measure fai un doppio regalo: un metro-diario per le mamme, un ricordo per il bimbo una volta cresciuto.

Per essere con le mamme nel viaggio lungo 9 mesi, Zazi ha creato un binomio perfetto: il mommy measure e le insolite camicie da notte premaman Zazi. Dalla partnership con l’ideatore del metro-diario, arriva in Italia un’originale idea regalo acquistabile sullo shop Zazi.
Con un’intervista presentiamo Kevin Neff e la sua bellissima idea, nuovissima in Italia.

Com’è nata l’idea del mommy measure?

 

Durante la gravidanza di mia moglie, in attesa del nostro primo figlio, abbiamo tentato di misurare il suo pancione con qualsiasi cosa: quadratini di cartaigienica, nastri, sino anche a utilizzare un normale metro e un taccuino. Mia moglie, inoltre, aveva annotato su un diario tutte le esperienze nel corso della gravidanza, come ad esempio la notte in cui, alla 35esima settimana non desiderava altro che  Starbust e Jell-O, o le cinque scomode settimane in cui riusciva ad avvertire la testolina del bambino, come una palla da bowling, sotto le costole, e riusciva a malapena a sedere! Abbiamo pensato quindi di condividere questi ricordi con nostro figlio, una volta grande. Allora, nel corso dei circa 8 mesi, ci siamo resi conto di quanto sarebbe stato difficoltoso ricordare e ritrovare tutte queste annotazioni e abbiamo pensato che ci doveva essere per i genitori un modo più semplice e intuitivo per conservare e recuperare, un domani tutte le preziose informazioni che descrivono e ricordano il periodo della gravidanza.
Eravamo coscienti di quanto ci piacesse ingegnarci nel misurare la grandezza del suo pancione, amavamo allo stesso tempo annotare i momenti più significativi, divertenti, intensi e memorabili vissuti durante le nostre misurazioni, così abbiamo ricercato un modo per assemblare il tutto, cosa che ci ha guidati verso la creazione del Mommy Measure.

Come hanno risposto le mamme alla novità del mommy measure?

 

Sin dal suo lancio, il Mommy Measure ha ottenuto grande entusiasmo da parte delle mamme in attesa, erano tutte molto contente di avere qualcosa con cui documentare la gravidanza.
Tra le risposte più frequenti e positive ricevute dalle clienti, abbiamo notato il piacere nel rendere leggibile, come un diario, l’intera gravidanza e la preferenza che le mamme manifestavano verso il mommy measure rispetto al normale diario.
Abbiamo ricevuto molti commenti positivi dalle donne che avevano regalato il Mommy Measure e che speravano, un giorno, di essere ricambiate dello stesso regalo.

Cosa pensi riguardo alla partnership italiana con Zazi?

 

Noi siamo felici della partnership con Zazi e della possibilità di essere presenti con il Mommy Measure anche in Italia. Il nostro prodotto, il Mommy measure, è in perfetto binomio con la linea di camicie da notte Zazi, i due prodotti insieme accompagneranno le donne dalla gravidanza alla maternità.