Travestimenti di Carnevale per bambini: non so se sia o meno così anche per voi, mamme, ma finito gennaio si fa puntualmente strada l’amletico dubbio del “come travestirò il mio bambino?” e diventa tutto una corsa, soprattutto quando i vostri piccoli sono ancora in quella fase in cui non hanno alcuna possibilità di scelta arbitraria. 

Due premesse e una precisazione, prima di proseguire, in questo modo potrete decidere se fermarvi semplicemente alla intro del post o procedere con la lettura.

  • Se cercate il classico e intramontabile vestito da principessa, non lo troverete.
    O forse sì, dipende dai punti di vista;
  • Se dopo aver letto questo pezzo deciderete di chiamare la neuro…capirò!
  • Precisazione: nessuna recriminazione verso tutti i travestimenti tradizionali, benvengano milleecinquecento principesse, peppe, mashe e altrettanti batman, dinosauri, spiderman e superpigiamini, se fanno felici voi e i vostri bambini.

Per il resto, buona lettura! 🙂

La Presa Di Coscienza

 

travestimenti carnevale bambin
(travestimento da Grillo Parlante, 1983)

Tutto parte almeno cinque anni fa, quando incinta di appena dieci settimane ho cominciato a realizzare che il mo bambino sarebbe nato nel periodo di Carnevale e dunque che ogni sua festa ipotetica, almeno sino al 18esimo anno di età, sarebbe stata caratterizzata da trombette a gogo, dolciumi, mascherine, ma soprattutto…coriandoli, coriandoli nelle mutande sino ad agosto.

Flashback
La “scatola delle foto ricordo” di mia madre è la vera causa di questo articolo a tratti delirante, perciò, cominciate col prendervela con lei.
Vi spiego: mentre le mie sorelle possono vantarsi di aver fatto sfoggio, fiere e in posa, di travestimenti di carnevale del calibro di ballerina del can can, gattina, Pierrot, pagliacci, io apro le mie foto cartonate e mi rivedo grillo parlante di Pinocchio.

travestimenti originali carnevaleE la lista diventa sempre più fantasiosa, visto che prosegue con il vestito da aborigeno, un principe piumato con tanto di frangia alla Fantaghirò, una Lady D inquietante.

Come diceva una foto finita sui social e diventata subito virale?
In un mondo pieno di principesse osa essere un hot dog! Osate, quindi, rompere gli schemi, divertitevi e scattate foto in quantità, in questo modo un domani i vostri bambini potranno denunciarvi per lesioni all’immagine, ma almeno si faranno una bella risata!

La realtà
Non è un discorso legato ad imbrigliamenti e sessisti, sia chiaro, non è quello il senso. Ad esempio, essere vestita da principe all’epoca, nonostante fossi una conclamata bambina, non era affatto un problema. Il nocciolo da cui ho tratto spunto per scrivere questo articolo, è la grande concentrazione di travestimenti “differenti”, se così vogliamo definirli, in un’unica figlia. La sottoscritta, appunto.
Nasce da qui, il mio innato e ormai riconosciuto amore per i costumi di carnevale insoliti e originali.

Travestimenti: Suggerimenti Per Distinguersi Dalla Massa

 

travestimenti carnevale bambini

Proprio a causa della mia storia personale, una volta diventata mamma, ho cominciato a sviluppare a divertirmi pensando a una serie di vestiti per il mio bambino che potessero andare oltre i classici e i cavalli di battaglia del momento.

Nota d’obbligo: ci sono due aspetti che vanno considerati nel momento in cui deciderete di uscire dagli schemi e di travestire il vostro piccolo o piccola in modo più originale:
1) il travestimento verrà contestato (povero figlio!)
2) il travestimento sarà incompreso (che cos’è?)
3) il travestimento traghetterà sorrisi e richiederà grandi abilità di public relation per affrontare coloro che vorranno una didascalia di ciò che vedono (mi dici come hai fatto e perchè?)
Mi spiego meglio.

Il Folletto Dei Boschi

 

travestimenti carnevale bambiniIl primo anno di vita Giosuè, mio figlio, si è visto costretto a lanciarsi nella società carnevalesca travestito da folletto dei boschi (bold). Un travestimento semplice, si fa con pannolenci verde e rosso, una casacca orlata di triangolini, un cappellino, cintura, un po’ di rossetto sulle gote per accendere il colorito e soprattutto, poche abilità nel cucito!

Reazioni e interpretazioni
Che è?!
Perchè lo hai vestito da jalapeno?
Che carino questo elfo!
I bimbi, da sempre meno inclini alle classificazioni, giocavano con il mio folletto dei boschi divertendosi a tirare il cappello.

Questo a dimostrazione della nota sovrastante. Se siete pronte, il folletto dei boschi potrebbe essere un suggerimento da mettere in pratica anche last minute, sia in caso di femminucce che di maschietti. Potete anche variare leggermente i colori del pannolenci e giocare con le gradazioni di verde, ad esempio. 😉

Dimmi Che Mestiere Fai E…Idea!

 

travestimenti carnevale bambini

Il secondo anno la scelta del travestimento di Carnevale è ricaduta sullo spazzolino da denti.
Uno dei suggerimenti di questo post è quello di ispirarvi, dovesse allettarvi l’idea, alla scelta di un vestito che tragga spunto dal mestiere di uno dei due genitori, o di un nonno e una nonna, una zia…senza limitazioni.
Mi rispiego: mio marito ha uno studio dentistico, per cui la scelta di travestire Giosuè da “attrezzo del mestiere” è venuta per gioco e si è rivelata originale, oltre che divertente!

Per realizzare anche questo vestito ho acquistato un po’ di tessuto pile di due colori, del velcro per chiudere la casacca sul retro, e delle cannucce. Per fare le setole dello spazzolino basta raggruppare le cannucce sino a formare un cerchio, unirle con lo scotch e inserirle nel retro del cappuccio, cucendole in blocchi a tre, quattro centimetri di distanza et voilà, il gioco è fatto!

I Travestimenti “Riciclo” Last Minute

 

travestimenti originali bambiniUn consiglio che vale per grandi e piccini. Se siete tra le madri che si ricordano che la festa incombe, e se siete tra quelle che non hanno alcun travestimento di carnevale per bambini da riciclare, non disperate!

In casa custodiamo tesori che non sappiamo neanche di avere, sino a che non ci servono. Cercate uno o due tappi di sughero, bruciateli con un accendino e soffiate per far raffreddare la superficie, avrete così un ottimo, oltre che naturale, strumento per colorare il viso senza fare danni alla pelle. Basterà poi connotare il tutto con un lenzuolo bianco annodato per bene, a mo’ di tunica, e uno in testa a turbante per dare forma a un re magio.

In alternativa un travestimento sperimentato (a patto però che non abbiate bimbe o bimbi molto, molto, molto esigenti!) è quello che vede protagonista una calzamaglia (o anche leggings) e un maglioncino a collo alto neri o blu, meglio se più vecchiotti, da punteggiare con perline di colla a caldo, su cui versare glitter dorati o argentati. Basterà questo per immaginare di essere una bellissima porzione di cielo in notturna, tempestato di stelle. 🙂

Quello dei travestimenti che traggono spunto dai mestieri potrà apparire un consiglio delirante, lo so. Le obiezioni son tante e piuttosto ovvie, ma bypassabili con un po’ di impegno. Ad esempio, doveste chiedervi come si potrebbe mai rappresentare un papà che fa l’impiegato all’ufficio catasto, potrete sempre fargli indossare un pantalone classico, una camicia e un paio di finti occhiali, legando un timbro alla cintura.

Le parole d’ordine sono, come al solito, ironia e fantasia!